Impianti per la selezione degli imballaggi filmosi in plastica

Negli ultimi anni si è assistito ad un progressivo incremento della quota di materiali filmosi nei flussi delle raccolte differenziate. STADLER è stata la prima azienda a sviluppare soluzioni specifiche in grado di suddividere questa tipologia di imballaggi in flussi omogenei per polimero e formato.

Esperienza STADLER

"Gli impianti STADLER per la selezione dei materiali filmosi sono già una realtà in Germania, Paesi Bassi e Bulgaria."

Caratteristiche dei materiali

Il flusso in ingresso è costituito da materiali plastici poliolefinici filmosi eterogenei per pezzatura.

Descrizione esemplificativa del processo

Grazie alla stretta collaborazione con l’azienda Krones AG siamo in grado di fornire impianti di selezione tarati sulle reali esigenze dei riciclatori.
Il processo di selezione inizia con l’apertura delle balle di materiale dove i cavi di ferro vengono rimossi e accumulati in un apposito bunker. Segue una vagliatura, una separazione ballistica e una selezione ottica in modo da ottenere flussi omogenei per pezzatura e polimero. Successivamente il materiale viene macinato e sottoposto a lavaggio per la rimozione delle impurità e così ottimizzare la successiva suddivisione per colore. Un lavaggio a caldo finale dei fiocchi permette la decontaminazione totale e ne rende possibile l’estrusione in un nuovo prodotto.

Macchine principali

  • Apriballe
  • Trituratore
  • Tamburo dosatore
  • Deferrizzatore
  • Vaglio rotante - Vibrovaglio
  • Separatore balistico
  • Separatore ottico NIR
  • Cabina di cernita
  • Pressa per balle
  • Nastri trasportatori
  • Strutture di supporto e manutenzione con passerelle
  • Impianto elletrico e di controllo

Frazioni valorizzabili

  • Film HDPE
  • Film LDPE
  • Film trasparente LDPE
  • Film PP

Referenze