Impianti per la selezione dei Rifiuti derivanti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE)

L’obiettivo di questa tipologia di impianti è separare con efficienza i componenti metallici propri dei circuiti dagli involucri in materiali plastici.

Esperienza STADLER

"In collaborazione con la weeeSwiss Technology AG, attiva da oltre 25 anni nel settore dei rifiuti elettronici ed elettrici, STADLER sviluppa sistemi di selezione ad alto rendimento che non hanno rivali in termini di qualità di separazione e produttività."

Scopri di più sulla weeeSwiss Technology AG

Caratteristiche dei materiali

Il flusso di RAEE in ingresso è costituito da rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche e quindi da un’ampia varietà di dispositivi di diverse dimensioni, come: smartphone, laptop, stampanti, televisori, elettrodomestici, ecc.

Descrizione esemplificativa del processo

Il processo inizia con una triturazione del materiale in ingresso, seguita da una serie di lavorazioni meccaniche atte a separare la frazione fine, la frazione plastica e la frazione metallica. I flussi in uscita vengono inviati a pressatura e stoccaggio per poi essere inviati alle acciaierie, alle fonderie e ai riciclatori di materie plastiche.

Macchine principali

  • Tramoggia di alimentazione
  • Trituratore primario
  • Vaglio rotante
  • Separatore balistico
  • Deferrizzatore
  • Separatore a correnti indotte ECS
  • Tecnologia dei sensori
  • Stufe a separazione d'aria
  • Separatore aeraulico
  • Cabina di cernita
  • Nastri trasportatori
  • Strutture di supporto e manutenzione con passerelle
  • Impianto elettrico e di controllo

Frazioni valorizzabili

  • ABS / PS / PE / PP
  • Grana fine contenente metalli preziosi
  • Metallo ferroso
  • Metallo non ferroso (alluminio, rame, ottone)
  • Plastica mista

REFERENZE